25 giugno 2012

Vivere in corsa o vivere la corsa?


Vivere ….

Vivere è come correre una gara…..
Prima di fare una gara non guardo mai il percorso, mi piace scoprire cio’ che avverrà passo,passo …
Mi piace pensare che, dopo una salita faticosa, spunti la discesa ….
Mi piace credere che,dopo la pioggia riprenda a splendere il sereno …
Mi piace immaginare  che ,chi mi sta vicino nel percorso e soffre con me lo troverò all’arrivo!!!
Mi piace fantasticare  che, chi si allontana momentaneamente  spunti  nel tragitto!!!
Mi piace raffigurare che , ci sia sempre qualcuno al traguardo ad aspettare!!!
Mi piace sognare che , quando la fatica sembra  estenuante, quando sei sul punto di mollare , di non avere le forze per combattere arrivi qualcuno a prenderti la mano e a tirarti sino alla fine….
Quel qualcuno spuntato dal nulla che, con un gesto mette in salvo  la tua gara, il tuo risultato ….
Mi piace condividere le mie emozioni , mi piace raccontare le mie sensazioni, mi piace spiegare quanto in una gara le persone che ti passano accanto, corrono con te, ti superano , possano essere davvero importanti !!!  
Quanto piu’ una gara è difficile e faticosa , quanto piu’ lo sforzo mette a dura prova il proprio essere , quanto piu’ l’arrivo sembra interminabile …. E….quando tagli il traguardo e ti guardi attorno ti rendi conto che chi ha sofferto con te è li ,è li che si congratula con te è li a  tenerti per mano.
 Con uno sguardo capisci che, proprio quella gara faticosa, estenuante, massacrante è riuscita a creare un sentiero incancellabile nel tuo cuore!!!!



2 commenti:

  1. Articolo stupendo...
    Per me è "Vivere in corsa"
    da quando parto a quando arrivo sono nel mio mondo, nessuno riesce a fermarmi, nessuno riesce a correre più forte di me, in discesa mi libro nell'aria, in salita scivolo via veloce e all'arrivo, quando tutto finisce non vedo l'ora di un'altra gara... e quando c'è qualcuno che mi fa il tifo, come nelle serali o in pista, allora lì volo, e non mi prende più nessuno!!! :)

    RispondiElimina