24 ottobre 2012

L' Araba Fenice e il vecchio morto.

Oggi per la prima volta il mio amico “running” mi ha delusa . . .
Da quando ho iniziato a correre, ho sempre pensato che, una volta calzate le scarpe è come se, si aprisse un nuovo mondo, una nuova dimensione come se con l’atto dell’indossare le scarpette si aprisse un varco dove i posti sono incantati e le persone si vogliono tutte bene e si stimano perché a legarle c’è lei la tanto amata corsa . . .
Ma oggi quando ho indossato le mie scarpette , quel varco non si è aperto , sono rimasta incastrata in  questa mia realtà , a cui cerco di “sfuggire” ogni qualvolta che esco a correre . . .
Questa realtà mi ha fatto capire che l’altro mondo non esiste , anzi, puo’ essere piu’ insidioso della vita “reale”
Oggi mentre leggevo determinate parole  le lacrime scendevano sul mio viso, incessanti . . .
Io sono partita per questo mondo 11 aprile del 2012,partita come l’araba fenice che risorse dalle ceneri, e in questo mondo sarei rimasta . . .
Il mondo che mi ha tolto dalla sofferenza, dalla solitudine dalla voglia di non fare nulla , il mondo che in pochi passi mi ha restituito il sorriso, la gioia e la voglia di vivere , nonostante le enormi difficoltà del cammino . . .
Ed ora mi sento come se mi avessero strappato dal luogo incantato, per recludermi nel grigiore e nella tristezza . . .
Forse sono sbagliata io, forse erro nel cercare sempre il buono in tutto e tutti . . .
Ma perché farsi del male?, perché fare del male?
No, non voglio che il mio mondo venga “sporcato” no, non voglio non visitare piu’ i miei posti incantati e voler bene a tutti . . .
Da oggi il vecchio muore . . . 
Stasera so, stasera sento che il varco si aprirà nuovamente , un mondo nuovo mi aspetta , splendido e confortevole, piu’ di quello vecchio . . .
 un mondo dove si lotta per le stesse cose , ma la lotta la si fa con il sorriso e la voglia di crescere assieme . .
La voglia di stare uniti e di amare lei che ogni volta che infiliamo le scarpette ci rende tanto felici . . .
Ed ora lo posso dire:
SONO FIERA DI FAR PARTE DELLA CARDATLETICA
SONO FIERA DI AVER SEGUITO CHI SENZA NULLA IN CAMBIO MI HA ALLUNGATO LA SUA MANO . . .
Grazie al mio coach Enea Zampini che crede in me ogni volta che mi stila una tabella, Grazie a Stefania che mi ha avvolto in un abbraccio e grazie a Omar che mi è sempre vicino . . .
4 tegami ed un sogno in comune. Il vecchio muore e risorge l'Araba Fenice piu' bella e forte di prima. 




3 commenti:

  1. La felicità devi trovarla dentro di te, non fuori. Così non rimarrai mai più delusa :-).

    RispondiElimina