26 maggio 2015

Busto Arsizio di sera .

Tutto deciso all’ultimo minuto, tutto “arruffato” come le cose buttate nella sacca per la Busto di sera.
Dai Fra vieni alla gara c’è anche Cri, dice Claudio ; dai Brava, almeno rinizi, dice Teo ;mi farebbe piacere se  venissi, dice Enrico .
Ed allora che Busto sia.
Con Tito , arrivo all’oratorio di Busto in “punta di piedi” ,scendo dall’auto e di sfuggita intravedo , il Fra, il Fabio, l’Andrea , con cui scambio quattro chiacchiere prima dell’arrivo del pettorale portato da Claudio.
Sento l’odore inconfondibile di “voglia di dare il massimo” , grinta si respira nell’aria.
GARA!!!
Inizio a fare il riscaldamento e mi ritrovo a corricchiare con Teo, mentre festosamente saluto tutti gli amici runner che non vedo da piu’ di un anno.
Sono emozionata , tanto, come una bambina nel giorno di natale  e tra una chiacchiera ed un’altra e’ gia’ il tempo di partire.
Non ho grosse aspettative , anche perché ho ripreso a correre da poco e si sa’ che quando si rinizia c’è il fondo da fare e non le velocita’.
Poco importa davvero, ho ritrovato il “coraggio” di infilarmi le scarpette e buttarmi in mezzo ad una gara.
Via partiti, non ho fiato, ma cerco comunque di tenere il passo , ma al secondo km iniziano le gambe ad abbandonarmi, non oppongo resistenza alla fatica e decido di lasciarmi “ciondolare” per i km restanti.
Mi faccio cullare dallo “sciame” sino alla vista di Antonio Capasso , che gioia immensa vederlo e vedere che sta bene , dopo i saluti continuo la mia gara sino quasi all’arrivo, dove mi blocco alla vista del Pres. Enrico e dopo saluti e baci porto a termine la mia Busto di sera.
All’arrivo c’è  Tito ad aspettarmi e dopo aver incontrato Lorenzo e visto il mio NIPOTINO CRI è ora di tornare a casa serena e orgogliosa di essere riuscita nuovamente a mettermi in gioco.

Grazie a tutti.

3 commenti:

  1. Grazie Fra', è stato un piacere salutuarti e vederti di nuovo in corsa. Un bacione e presto!

    RispondiElimina